lunedì 8 maggio 2017

14 MAGGIO 2017 FESTA DELLA MAMMA. ECCO COSA HA SUBITO NOSTRA MADRE DA PARTE DELLA MAFIA (autorità e politici)!

 
Anna Maria Pocaterra Gandini
                               VITTIMA DI MAFIA (autorità e politici)
Il giorno del funerale di nostra mamma, 21 Agosto 2006, la ditta di onoranze funebri "AMSEFC" di Ferrara, che opera nella Certosa della città, a cui affidammo lo svolgimento della cerimonia, su ORDINI MAFIOSI, dovette presentarla NUDA, AVVOLTA IN UN LENZUOLO, all'interno della bara aperta per l'ultimo saluto, davanti ad amici e parenti!


VENDETTE E RICATTI hanno costellato la vita della famiglia Gandini, ma questo "sgarro" atroce è rimasto impresso nel nostro animo, e ancora oggi fa male!

Vedendo nostra mamma senza indumenti, gli stessi parenti intervenuti alla camera mortuaria, allibiti chiesero subito spiegazioni a mio fratello. LA VICENDA DESTO' UN TALE SCONCERTO che, dopo la funzione religiosa, le persone presenti rimasero ancora incredule e dispiaciute!



Questa è la Fattura pagata alla ditta "AMSEFC" di Ferrara, dove sono elencate le varie voci dei costi complessivi per il funerale. Per ovvie ragioni di privacy (che per la famiglia Gandini non è mai esistita!), ho nascosto i vari costi tranne uno. Notate alla voce: "VESTIZIONE"  il relativo costo, che abbiamo sostenuto. Nonostante ciò, la ditta "AMSEFC" ha ubbidito agli ORDINI di MAFIA, presentando nostra madre al suo funerale NUDA, coperta solo da un lenzuolo!

Analizzando poi la suddetta fattura, noterete una frase che suona alquanto "sibillina": "Sotto la mia responsabilità accetto anche ..."
La spiegazione sta nel fatto che, mio fratello Alessandro fu COSTRETTO dalla stessa ditta "AMSEFC", ad ACCETTARE questa frase posta in fattura. In pratica era un RICATTO: se non avesse accettato, la ditta non avrebbe svolto il funerale! Era una modalità per salvare la ditta da qualsiasi responsabilità, SAPENDO CHE AVREBBE DOVUTO offrire un servizio NON DECOROSO! Inoltre, insistentemente, gli erano stati imposti determinati accessori perché più costosi e non necessari.


Questa sopra è un'altra parte di fattura dove si evince la stessa voce "VESTIZIONE" elencata con relativo pagamento a fianco. Il tutto corredato da firme e approvazione.


La cosa importante da far notare è che, LA MAFIA (autorità e politici) pretendeva che nostra madre non tornasse a casa dopo il periodo trascorso in ospedale, ma, che fosse trasportata in un istituto di degenza A PAGAMENTO: in questo modo, avrebbe potuto continuare a derubarci con un "pizzo" regolare! Ovviamente, io, mio fratello e nostro padre, non vedevamo l'ora di riaverla a casa e poterci prendere cura di lei! Insieme al suo medico curante, avevamo già stabilito le metodologie adeguate e il personale infermieristico per assisterla in famiglia. Ma, dopo neanche due giorni che nostra madre si trovava a casa, improvvisamente morì!... E' molto STRANO, perché dopo l'intervento e mentre si trovava in ospedale sembrava quasi ripresa, parlava, consigliava, mi telefonava, ci vedevamo anche con la videochiamata nei momenti in cui non potevo essere da lei, aveva persino ripreso a mangiare. Quindi, è molto STRANO che, DOPO IL NOSTRO RIFIUTO DI LASCIARLA IN UN ISTITUTO SIA MANCATA COSI', IMPROVVISAMENTE ... Infatti, lo stesso giorno stabilito per riportarla a casa, mio fratello mi riferì che l'aveva trovata strana, molto cambiata rispetto anche solo al giorno prima, non aveva neanche voluto mangiare, sembrava molto nervosa. Giunta poi a casa aveva detto subito: "MUOIO!" Un giorno e mezzo dopo ci ha lasciati...
Dopo il ricovero aveva ripreso a mangiare, era molto lucida e ci dava ancora suggerimenti su come gestire la casa, preoccupandosi persino per nostro padre, già molto malato a causa di danni di MAFIA!
Ricordo ancora che, i malanni nella nostra famiglia sono stati sempre PROVOCATI di proposito e in OMERTA', in base a ORDINI di MAFIA!
Come mai subito dopo il nostro dissenso a lasciare nostra madre in un istituto avviene questo improvviso sconvolgimento?! Come mai ancora il giorno prima mangiava e parlava, mentre, subito il giorno dopo, quando avrebbe dovuto rientrare finalmente a casa, è apparsa molto cambiata, molto nervosa e non ha più mangiato?!... E lei stessa, da subito, diceva che sarebbe morta! Drammatico evento effettivamente verificatosi di lì a poco!...
- COSA EFFETTIVAMENTE AVVENNE NEL REPARTO DELL'ARCISPEDALE "Sant'Anna" di FERRARA, DEL PROFESSOR AZENA E DEL PROFESSOR CAVALESCO, DOVE FU RICOVERATA?! -
- Faccio notare che, nostra madre venne dimessa dall'ospedale senza nessuna documentazione o certificato, o, quanto meno, nessuna indicazione circa le reali cause per cui era stata ricoverata! Tanto è vero che, in ogni occasione in cui mio fratello chiese di essere messo al corrente da parte dei medici, anche durante la degenza, fu allontanato con varie "scuse"! Tutto questo in base ad ORDINI DI MAFIA (autorità e politici)! -
Altro fatto gravissimo, poco dopo la morte di nostra mamma, solo il tempo di recitare una preghiera e sono giunti a casa, gli operatori della ditta "AMSEFC" per trasportarla alla camera mortuaria. Ebbene, SU ORDINI MAFIOSI, DOVEVANO LASCIARCI UNO SFREGIO, UN DANNO ANCHE IN QUESTA OCCASIONE: gli operatori della ditta "AMSEFC" ci hanno chiesto di uscire dalla stanza dove si trovava nostra madre, chiudendo la porta alle loro spalle, con la scusa che dovevano spostarla dal letto ad uno di quei trasportatori con le ruote per poter scendere le scale. Dopo averci fatto le condoglianze e avercela portata via, ci siamo accorti che nella stanza, pur di lasciare uno "sfregio" su ORDINI MAFIOSI, ci avevano dovuto danneggiare una parte del lampadario in vetro di Murano! Credo non siano necessari commenti. Ovviamente, considerato il dolore per la perdita improvvisa di nostra madre, non avevamo prestato attenzione al gesto VILE!
Ciò che voglio porre in evidenza è il comportamento dei cittadini industriati contro la nostra famiglia, i quali si trasformano da persone oneste e "perbene", in individui SCALTRI, FREDDI e CALCOLATORI, che non mostrano nessun segno di incertezza, né di emozione nel portare a termine simili bassezze e VILTA', contro persone corrette che a loro non hanno mai fatto niente di male!

         Questo il lampadario danneggiato in un momento così terribile.
A questo proposito, voglio ancora evidenziare un episodio accaduto sempre nel Cimitero della Certosa di Ferrara, dove i nostri genitori non hanno ancora trovato RIPOSO! Le loro tombe sono sempre danneggiate, bruciate e sono evidenti i segni di fratture provocati di proposito. Ancora una volta, RICATTI E VENDETTE non risparmiano nemmeno questi luoghi!
Potrei tralasciare quanto sto' per raccontare, poiché le VENDETTE che abbiamo dovuto subire nel corso della nostra vita, sono sicuramente molto più gravi e hanno comportato sofferenze e ingiustizie inaudite; ma questa vicenda evidenzia proprio LA VIGLIACCHERIA, LA BASSEZZA, LA POCHEZZA, LA VILTA' mostrate dai componenti della (VERA) MAFIA!
Alcuni anni orsono, una persona gentile aveva fatto visita alle tombe dei nostri genitori, lasciando come segno di affetto, una vaschetta con piante verdi. Sia io che mio fratello Alessandro avevamo apprezzato il gesto affettuoso, fatto che a noi non succede mai, poiché LA MAFIA (autorità e politici) impedisce sempre manifestazioni di affetto e riconoscimenti nei confronti della nostra famiglia (tipico atteggiamento di "CONGELAMENTO MAFIOSO" atto ad isolare e circuire il malcapitato sotto estorsione).
La volta successiva che io e mio fratello tornammo a far visita ai nostri genitori, non trovammo più le piante. Inspiegabilmente, le vedemmo poste davanti alla tomba di un'altra signora, "Anna Lanzoni", che si trova proprio a fianco di nostra madre. LA MAFIA (autorità e governanti) voleva farci credere che NESSUNO aveva RICORDATO E OMAGGIATO i nostri cari, si era trattato di un ERRORE,  a causa del nome della signora, "Anna Lanzoni" e del nome di nostra mamma, "Anna Maria Pocaterra Gandini"!
LA MAFIA non aveva valutato che, quando si va in Cimitero a trovare una persona cara, sulla lapide sono incise NOME, COGNOME, DATE, ed è applicata anche la FOTOGRAFIA! Per cui, non è possibile un ERRORE!

Questa sopra è la tomba della signora "Anna Lanzoni", con la vaschetta di piante ancora davanti.

Ho riportato questa tristissima vicenda, solo per far capire a voi lettori, fino a che punto questi delinquenti riescano ad essere VILI e VISCIDI, e a rendere tali tutti i cittadini industriati a farci del male!
 "SE LE AUTORITA' E I GOVERNANTI FOSSERO STATI ONESTI E PULITI, LA VICENDA DELLA FAMIGLIA GANDINI NON AVREBBE MAI AVUTO UN INIZIO! E CERTAMENTE NON AVREBBE AVUTO UN SEGUITO ANCORA OGGI!"

LINK di Riferimento:
Click sulle immagini.
http://famigliagandini.blogspot.it/2013/08/anniversario-di-morte-della-nostra.html
venerdì 16 agosto 2013
ANNIVERSARIO di morte della nostra mamma. 18 Agosto 2006 - 18 Agosto 2013. Vittima di MAFIA!
 
 
 
http://famigliagandini.blogspot.it/2012/05/mamma-anna-dilaniata-dalla-mafia-e.html
giovedì 10 maggio 2012
MAMMA ANNA: dilaniata dalla MAFIA e uccisa dalla GENTE!
 
 
 
http://famigliagandini.blogspot.it/2011/10/urgente-tutte-le-persone-oneste.html
lunedì 17 ottobre 2011
                         URGENTE ! TUTTE LE PERSONE ONESTE PRENDANO NOTA !
 
 
 
http://famigliagandini.blogspot.it/2011/12/omerta-sulla-vicenda-della-famiglia.html
martedì 20 dicembre 2011
                              OMERTA' sulla vicenda della famiglia Gandini di Ferrara.
 
 
 
http://famigliagandini.blogspot.it/2012/08/mamma-sei-il-nostro-angelo-anniversario.html
giovedì 16 agosto 2012
                       MAMMA, sei il nostro Angelo! ANNIVERSARIO DI MORTE. 18 AGOSTO.
 
 
 
http://famigliagandini.blogspot.it/2014/07/italia-senza-mafia-si-puo-fare.html
martedì 29 luglio 2014
ITALIA SENZA MAFIA, SI PUO' FARE?
 
 
martedì 12 febbraio 2013
BUON COMPLEANNO MAMMA! 2013.
http://famigliagandini.blogspot.it/2013/02/buon-compleanno-mamma-2013.html

lunedì 18 agosto 2014
UNA MAMMA BUONA UCCISA DALLA MAFIA.
http://famigliagandini.blogspot.it/2014/08/una-mamma-buona-uccisa-dalla-mafia.html


Nessun commento:

Posta un commento